Vacanze in Corsica: le cose da non perdere sull’isola

La Corsica è un’isola appartenente allo stato della Francia ed è la quarta isola più grande per estensione del Mar Mediterraneo. Posta a Nord della Sardegna dalla quale è separata dalle suggestive Bocche di Bonifacio, è bagnata dal Mar Tirreno (sul versante Est) e dal Mar Ligure (sul versante Nord). La leggenda narra che il popolo greco chiamò la Corsica, Kallìste (la più bella), dal quale viene tratto l’attuale nome l’Île de beauté ovvero l’isola della bellezza. Il suo capoluogo, Ajaccio diede i natali al generale Napoleone Bonaparte nel 1769. Ogni anno è meta di migliaia di turisti da tutta Europa e da tutto il modo per la sua rigogliosa e selvaggia natura, le acque cristalline e i panorami mozzafiato. Infatti, raggiungere la Corsica è estremamente semplice.

Tra storia e cultura in Corsica

La Corsica, nonostante le sue dimensioni, è stata al centro di molteplici vicende storiche. Per questa ragione, ancor oggi, è possibile visitare luoghi di inestimabile valore culturale. A nord, più precisamente nella cittadina di Calvi è possibile ammirare le fortificazioni erette nella seconda metà del 1700 e l’incantevole Cattedrale di San Giovanni Battista. La cittadina, inoltre, è nota per aver dato i natali a Cristoforo Colombo. Per questa ragione, è possibile visitare quella che si pensa possa essere stata la sua abitazione.
Ad Ajaccio, cittadina situata sulla costa occidentale dell’isola, è possibile visitare la casa-museo della famiglia Bonaparte. Qui, infatti, nacque il generale Napoleone Bonaparte, e per questa ragione, ne custodisce i cimeli personali e familiari.

Sul lato opposto dell’isola, più precisamente sulla costa orientale, nella città di Aleria, è possibile visitare la fortezza costruita durante la dominazione genovese del 1700 e uno splendido museo archeologico in cui sono conservati reperti risalenti all’epoca greca e romana. Nei pressi del museo, inoltre, vi è una vasta area in cui sono stati effettuati numerosi scavi che hanno riportato alla luce elementi risalenti al III secolo a.C..

Infine, sulla costa nord della Corsica, e più in particolare nella meravigliosa città di Bastia, è possibile visitare chiese ed edifici in stile barocco. Questo luogo, infatti, è conosciuto per la presenza sul territorio di quello che viene comunemente definito circuito delle chiese barocche.

Spiagge e natura

Durante un viaggio in Corsica non si può dimenticare di visitare e godere di qualche ora di relax nelle sue meravigliose spiagge. Tra le più belle e suggestive spicca sicuramente la Spiaggia della Tonnara. Situata a pochi chilometri da Bonifacio, questa meravigliosa lingua di sabbia affaccia su diversi isolotti ed è la location perfetta per gli amanti del surf. Anche la Spiaggia di Pantarella, circondata dalla natura selvaggia e rigogliosa tipica del Mediterraneo, è un luogo incantevole dove trascorrere le proprie giornate durante un soggiorno in Corsica. Situata sulla punta dello sperone dell’isola, è estremamente semplice da raggiungere da qualsiasi punto. Le acque cristalline e la sabbia bianca rendono questo luogo magico specialmente durante le ore del tramonto.

Non solo, questa terra francese è nota per le sue aree naturali protette patrimonio UNESCO. Se si soggiorna sull’isola è possibile visitare la riserva di Scandola. Questa perla è composta da 900 ettari di terra ferma e 1000 ettari di territorio marino. Un altro luogo dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO sono i calanchi di Piana. In questa area è possibile ammirare il meraviglioso scenario del territorio roccioso e frastagliato, falesie di granito rosso e guglie che caratterizzano gran parte del territorio della Corsica.

In questo luogo magico, inoltre, vi è la possibilità di osservare come, l’erosione causata dalle acque del mare e dalle piogge ha creato splendide sculture dalle forma particolari come animali, forme dalla difficile interpretazione o personaggi. Molto interessante è anche il Villaggio delle Tartarughe (in francese Village des Tortues) situate all’interno del Parco Naturale Regionale della Corsica a Moltifao. Quest’ultimo nasce nel 1972 con lo scopo di conservare e proteggere la fauna e la flora tipica di questa isola.

Al suo interno viene ospitata una particolare specie di tartarughe di terra tipiche dell’area francese in via di estinzione, ovvero quella Hermann. Lo scopo è proprio quello di far vivere questa particolare specie faunistica in semi-libertà in modo tale che possano riprodursi in un ambiente protetto per poi essere liberate. All’interno del Parco Naturale Regionale sono stati studiati, appositamente per i turisti e visitatori, quattro percorsi differenti che permetteranno di visitare l’area e osservare le tartarughe ma anche di apprenderne la vita e il ciclo riproduttivo tramite i vari recinti come quello della schiusa e il vivaio.

Si può raggiungere l’isola prenotando online uno dei tanti traghetti per la Corsica.

traghettilines