L’immortale patria di Omero, di Achille e di Agamennone è uno di quei luoghi da sogno da visitare almeno una volta nella vita. Grazie alle spiagge bianche e paradisiache, alle acque cristalline e ai suoi villaggi pittoreschi, la Grecia ha tutto ciò che serve per regalare al turista una vacanza davvero indimenticabile. E il modo migliore per visitare questa terra così antica e fiera, indomita e selvaggia, è sfruttare uno dei tanti traghetti che collegano Ancona a Patrasso. Grazie a Mediterraneo Traghetti, infatti, potrai acquistare i biglietti delle migliori compagnie di navigazione e arrivare in Grecia godendoti un viaggio rilassante, comodo e all’insegna del lusso accessibile.



Traghetti da Ancona a Patrasso: perchè viaggiare in traghetto

Se vi state chiedendo perché preferire un traghetto per la Grecia all’aereo, la risposta è davvero molto semplice. Oltre alla possibilità di imbarcare il proprio mezzo di trasporto – e già questo è un grandissimo vantaggio di per sé, soprattutto se amate guidare alla ricerca degli angoli più nascosti di una terra che offre scorci meravigliosi a ogni angolo – si può portare un carico di bagagli maggiore, ideale per chi volesse organizzare una vacanza più lunga, magari anche con bambini e animali al seguito. E poi c’è il fattore comodità: i traghetti di nuova generazione sono dotati di tutti i comfort per grandi e piccini, con un divertimento assicurato a tutte le ore del giorno e della notte. Quindi, se volete conoscere a fondo questa terra di tesori a cielo aperto, visitate il sito di Mediterraneo Traghetti, scegliete la compagnia di navigazione che copre la tratta Ancona-Patrasso, mettetevi comodi e viaggiate in piena libertà: la culla della civiltà occidentale aspetta solo di mostrarvi le sue ricchezze.

Patrasso, Zante e Cefalonia: un piccolo assaggio di Grecia

Dopo esservi goduti un viaggio comodo e rigenerante a bordo di una delle tante navi disponibili su Mediterraneo Traghetti, siete arrivati finalmente sul suolo greco. E già a Patrasso, il porto di arrivo partendo da Ancona, vi sembrerà di immergervi in un’atmosfera d’altri tempi. Terza città della Grecia per grandezza e per numero di abitanti, pur non essendo concepita come una tradizionale meta turistica, a Patrasso non mancano certo gli spunti di visita. Se il famoso ponte Rio-Antirio che si estende sul Golfo di Corinto lascia senza fiato per la sua magnificenza, il porto di Patrasso affascina per l’incredibile traffico da e verso l’Italia o per le principali isole della Grecia, luogo in cui si mescolano lingue, profumi e gente di ogni nazionalità che conferisce al posto un’atmosfera esotica e cosmopolita. Ma Patrasso è famosa anche per il Castello bizantino, edificato nel VI secolo sul monte Panachaikos, con una vista mozzafiato su Cefalonia e Zante, per la chiesa di Sant’Andrea, il patrono della città e la famosissima Acaia Clauss, la cantina in cui si produce il celebre Mavrodafni, un pregiato vino prodotto sin dal XVIII secolo.

Tra le tante tratte di navi e traghetti dall’Italia verso la Grecia ricordiamo anche la tratta Brindisi Cefalonia, Bari Corfù, Ancona Corfù.

Ma Patrasso è famosa anche per le sue spiagge: Kato Achaias, Kalogria e Lakkopetra sono quelle più gettonate dai locali, perfette per un tuffo prima di partire per altri lidi. Proprio come Zante e Cefalonia, due delle isole più amate dai turisti di tutto il mondo. Se a Zante potrete immergervi nelle acque cristalline di Laganas e dell’isoletta di Marathonissi, famosa per la sua spiaggia soffice come talco, a Cefalonia vi sembrerà di vivere in un luogo da sogno. Se imprescindibile appare una visita alla spiaggia di Myrtos, circondata dalla fitta vegetazione e immersa negli effluvi profumati delle piante aromatiche, è impossibile non restare ammaliati dal fascino di Fiskardo, la cittadina che è miracolosamente scampata al terremoto del 1953, dalla Grotta di Melissani, fulcro di giochi di luce e di colori mozzafiato e da quella di Drogarati, regno di stalattiti e stalagmiti millenarie.

Non solo Atene: scoprire la Grecia nel profondo

Dopo aver spiegato come raggiungere Patrasso da Ancona e aver pregustato già un piccolo angolo di Grecia, è giunto davvero il momento di addentrarsi nella storia, nell’arte e nella letteratura e visitare Atene. Essendo una delle città più antiche al mondo, non è semplicissimo decidere quali monumenti visitare per primi nel cuore della capitale. Un viaggio ad Atene, però, non può prescindere dalla visita al fulcro della città antica e moderna: l’Acropoli. Luogo d’interesse più gettonato della città, l’Acropoli oltre a offrire un colpo d’occhio mozzafiato sull’intera città, consente al turista di ammirare e toccare con mano il Partenone, i Propilei, i resti del Tempio di Atena Nike e il Santuario di Artemide Brauronia. A nord-ovest dell’Acropoli, l’Areopago e la collina di Colonos Agoraios, è possibile ammirare l’agorà, il fulcro della vita politica ed economico-sociale dell’antica Atene.

Ancora oggi è possibile contemplare la magnificenza del Tempio di Efesto, uno degli esempi di tempio dorico meglio conservato al mondo, la Stoà di Attalo, oggi sede del museo dell’Agorà, custode di monili, monete, sculture, bronzi e ceramiche in perfetto stato di conservazione e la Torre dei Venti, realizzata nel I secolo a.C. allo scopo di misurare il tempo. Lasciando le rovine della città vecchia, si giunge del cuore dell’Atene moderna.

Cosmopolita e calorosa, la capitale accoglie i turisti con la vivacità di Piazza Syntagma, sede del Parlamento e dov’è possibile assistere al cambio della guardia ogni ora, con il variopinto quartiere di Monastiraki, celebre per il domenicale mercato delle pulci e con Via Ermou, l’arteria prediletta per gli amanti dello shopping. Solare, conviviale e pittoresca, la Grecia ha ancora tantissime frecce da scoccare dal proprio arco. E dunque perché non approfittare delle incredibili offerte per i traghetti Ancona-Patrasso per scoprire ciò che la Grecia ha voglia di offrire ai suoi turisti? Se avete voglia di mare, di sole e relax, puntate dritto sulle isole: ognuna avrà qualcosa da offrirvi. Se, infatti, il tramonto sulla caldera di Santorini è uno dei più romantici al mondo, per scatenarsi in discoteca o in spiaggia fino alle prime luci del mattino non c’è luogo migliore di Mykonos e per perdersi nelle atmosfere mitologiche non esiste posto più emblematico del Palazzo di Cnosso a Creta.

Ma chi volesse sperimentare l’ebbrezza di un viaggio on the road, c’è sempre la Grecia continentale, lontana dal turismo di massa e ancora più preziosa e incontaminata. Superbo il panorama offerto da Le Meteore, sei monasteri arroccati sugli speroni di roccia in Tessaglia, dal misterioso Monte Athos, accessibile solo dagli uomini e previo permesso e dagli scorci magnifici di Kalamata, borgo amato anche dai divi di Hollywood. Visto quanti luoghi è possibile visitare in Grecia grazie ai traghetti Ancona Patrasso? Facendo click qui si può accedere ad una serie di offerte di navi e traghetti.

traghettilines