Quando si pianifica una vacanza, una delle prime cose da prendere in considerazione è la scelta del mezzo di trasporto. Se la meta delle vostre prossime vacanze è la Grecia e state riflettendo su quale mezzo di trasporto utilizzare per raggiungerla, la soluzione potrebbe essere proprio il traghetto. Valida alternativa per gli spostamenti da Brindisi a Patrasso è il traghetto, le cui disponibilità, soprattutto durante il periodo estivo, sono davvero molte per poter soddisfare la richiesta sempre crescente di collegare l’Italia alla Grecia.



Da Brindisi a Patrasso con il traghetto

Sicuramente viaggiare con la propria auto consente di avere una grandissima comodità non solo in termini di risparmio economico su eventuali noleggi una volta giunti a destinazione, ma anche su possibili costi aggiuntivi per i bagagli. Tuttavia, viaggiare in automobile, soprattutto quando si tratta di viaggi piuttosto lunghi, rischia di non palesarsi come l’alternativa più valida, il rischio è quello di compiere un viaggio lungo, pesante e faticoso che non è in grado di conferire il sapore di rilassatezza di cui è giusto poter godere durante le proprie vacanze.

Un buon compromesso, che coniuga la comodità della propria automobile alla possibilità di ridurre sensibilmente le ore di viaggio è il traghetto. Inoltre, questa soluzione si presenta come molto gettonata in quanto permette di risparmiare sul costo del viaggio e raggiungere mete che, in automobile, sarebbero più faticose e impegnative. Nel caso dei traghetti da Brindisi a Patrasso, la vasta offerta, consente di trovare la migliore offerta disponibile, individuando quella più conveniente in base alle vostre esigenze specifiche.

Offerte low cost da Brindisi a Patrasso

I traghetti sono predisposti per il trasporto di persone e di mezzi come camper, moto e auto. Per questo motivo, la vostra vacanza in traghetto non vi costringerà a nessuna rinuncia e, qualora lo desideriate, può essere un’ottima soluzione per evitare il pernottamento in albergo. Infatti, se intendete spostarvi con il camper nulla è più consigliato del traghetto: voi e il vostro fedele compagno di viaggio potrete essere comodamente imbarcati e condotti a destinazione. La stessa cosa vale per coloro che desiderano improntare la loro vacanza sugli spostamenti in moto e in auto.

Con la scelta del traghetto non dovrete fare alcune rinuncia in termini di valigie: se scegliere di imbarcare l’automobile, potrete riempirla con tutto l’occorrente senza dover rinunciare, per questioni di peso o di bagaglio, a quel qualcosa senza il quale non riuscireste proprio a partire!

Infine, a bordo potrete godere di tutti i confort immaginabili. Se nei traghetti più moderni trovate piscina, zona wellness e palestra, in tutti gli altri, anche i meno all’avanguardia, avrete le possibilità di cenare al ristorante, godere di area relax e giochi per i vostri bimbi, oltre che una comoda (e talvolta, purtroppo, utile) infermiera. Potrete scegliere di godervi il viaggio approfittando dei tanti servizi disponibili all’interno dell’imbarcazione, ma potrete anche scegliere di godere appieno del panorama, lasciandovi incantare dalla vista di gran parte della costa greca.

A spasso per Patrasso

Il traghetto vi consentirà di giungere a destinazione dopo un viaggio tendenzialmente tranquillo, durante il quale avrete avuto modo di godere del paesaggio oltre che non stancarvi con lo stress della guida o con il ritiro bagagli in aeroporto. Giunti qui a Patrasso da Brindisi potrete facilmente fruire della vostra automobile, del vostro camper o della moto per destreggiarvi nel territorio della Grecia e barcamenarvi tra le innumerevoli bellezze che la rendono immancabile meta di turisti.

La città di Patrasso è intesa da molti come la porta della Grecia e, senza dubbio, è l’ingresso portuale allo splendido territorio greco oltre che la città più importante della costa ionica. Dal punto di vista turistico, questa città si rivela un ottimo punto di partenza per sfruttare moltissimi itinerari alla scoperta della Grecia e delle vicine isole Ionie. Il suggerimento è quello di non stazionare troppo nella zona del porto, in quanto si tratta di un’area alquanto movimentata essendo il secondo porto più grande della Grecia, è caratterizzato da una grande frenesia e da un caotico clima che poco si addice all’inizio delle vostre vacanze. Sicuramente questo porto potrà servirvi da riferimento nel corso della vostra vacanza se desidererete compiere un’escursione verso le isole di Zante e Cefalonia. La città è anche facilmente raggiungibile dall’Italia sulle tratte Brindisi Cefalonia e sulla tratta Bari Corfù.

Ciò che vale la pena di visitare a Patrasso è la parte alta della città, costituita dall’antica acropoli, e la parte bassa che, tutt’ora, è in continuo divenire e si caratterizza per gli edifici più moderni. La parte alta, nota anche con il nome di Ano Poli, è sicuramente la più pittoresca e si caratterizza per strade strette, archi e case tradizionali. Vi consigliamo di ricavarvi del tempo per visitare il castello bizantino, l’anfiteatro romano e l’antico conservatorio. L’anfiteatro, anche noto con il nome di Odeon, è uno dei siti archeologici di maggiore bellezza e rilevanza, secondo solo a quello di Atene. L’ingresso è completamente gratuito e, oggigiorno, questo anfiteatro è funzionante, in quanto ospita concerti e spettacoli di vario genere.

Immancabile sarà una visita alla Basilica di Sant’Andrea, chiesa ortodossa caratterizzata da ricchi elementi interni che la catalogano come una delle maggiori e più importanti chiese della Grecia. Tuttavia, per gli amanti del genere potrebbe essere piacevole approfittare anche dei tanti musei presenti nella città: quello Archeologico, il Museo Storico Etnografico e il Museo Folkloristico.

Infine, se vorrete deliziarvi con un bicchiere di vino non vi resta che recarvi presso la più famosa cantina di Patrasso, nata nel 1874, vanta la produzione di un vino molto rinomato in Grecia, l’Achaia Clauss. Sarà possibile visitare la cantina e degustare un bicchiere di questo vino che sembra, secondo la legenda, dovere il suo nome ad una giovane donna di cui il fondatore della cantina si innamorò perdutamente.

Ad essere sinceri le spiagge limitrofi a Patrasso non meritano troppo, per questo disporre di un mezzo di trasporto è la soluzione ideale per potersi spostare e raggiungere tante spiagge davvero meravigliose, tra le quali è opportuno segnalare Kato Achaias, Lakkopetra e Kalogria. Qui potreste intrattenervi appena scesi dal traghetto ed essere giunti a Patrasso, magari approfittando di uno dei tanti locali di ristorazione per godere di qualche prelibatezza della cucina greca.

Infine, se vorrete intrattenervi ancora un po’ a Patrasso potrete visitare il Rio Antirion o Ponte del futuro che si palesa come il simbolo della Patrasso moderna e, attraversando il golfo di Corino, unisce il Rion del Peloponeso a Antirion nel territorio continentale.

traghettilines